Scopri perché i video su cui hai investito tanto non stanno dando i risultati sperati, e come migliorarli del 33% (senza dover rifare tutto da capo)

Tantissimi imprenditori si trovano, ogni giorno, a farsi la stessa domanda.

Perché, se ho investito tempo e denaro (in genere molto, in almeno una delle due cose) i miei video non convertono?

Cosa sto facendo di sbagliato?

Eppure ti sembra di aver curato ogni minimo dettaglio.

Il video è di forte impatto, e il copy funziona alla grande. Ma nonostante questo, chi entra in contatto con te non va oltre il primo minuto, mentre i pochi che arrivano in fondo se ne vanno senza proseguire.

Se non sai dove sbattere la testa, è molto importante quello che sto per dirti.

Devi sapere che un video di successo è formato da tre componenti principali, e se il tuo video è carente anche in una sola di queste… Smette di funzionare.

I tre pilastri su cui poggia il tuo video sono:

  • Le immagini
  • Il testo
  • La voce

Se il tuo video non funziona, è probabile che tu sia stato poco convincente in uno di questi tre aspetti. E sono pronta a scommettere che sia proprio la voce.

Se mi stai leggendo, infatti, sono sicura che tu conosca già l’importanza di un copy che possa sostenere il tuo pensiero, e se hai deciso di fare un video immagino che il tuo primo interesse sia di usare delle immagini forti che possano aiutarti.

Ma non hai approfondito abbastanza il terzo punto, perché probabilmente non sapevi che…

Una voce sbagliata può rovinare irrimediabilmente tutto il tuo lavoro.

D’altra parte, l’udito si sviluppa nella pancia della mamma ben prima della vista, e ci colpisce con più forza della sola immagine.

È anche per questo che hai deciso di affidare il tuo marketing al video, giusto?

Ma come si individua la voce giusta, quella che coinvolgerà, e convincerà i tuoi clienti, invece di spingerli tra le braccia dei tuoi concorrenti?

Non preoccuparti, sono qui per aiutarti.

Lavoro nel campo della voce da più di 10 anni, e oltre a realizzare mie registrazioni, ho dovuto correggere (registrandola nuovamente) la voce di più di cento video.

Grazie a questa esperienza, posso dirti che ci sono tre motivi fondamentali per cui il tuo audio non funziona, e che dipendono da chi è stato incaricato di fornire la voce. Vediamoli uno alla volta:

Hai utilizzato un sintetizzatore vocale

La sintesi vocale è la riproduzione artificiale della voce umana.

Ultimamente questo tipo di servizio è evoluto fino a raggiungere un ampio grado di precisione anche se, ad esempio nei navigatori, ancora può avere qualche errore. I primi che mi vengono in mente sono “viale Kennèdy” o “via Leone Ics”.

Ma anche tralasciando questi errori grossolani, o il tono meccanico, il difetto principale della sintesi vocale è che…

NON RESPIRA!

Non che una buona registrazione debba avere un respiro affannoso come Darth Vader. O una persona che sale le scale. O… Non divaghiamo.

Ma una buona registrazione deve dare l’impressione di essere stata fatta da un altro essere umano. Che ti capisce, ti consiglia, ti spiega, ti rassicura… Non una macchina.

“Va bene”, mi dirai. Allora registrerò io in prima persona.

Ma anche questo potrebbe essere un errore. Vediamo cosa succede se…

Utilizzi la tua voce

Questa, potenzialmente, è un’ottima idea.

Parlare in prima persona crea una connessione inscindibile tra te, i tuoi contenuti, e il tuo prodotto.

E tu, sicuramente, conosci il tuo prodotto meglio di qualunque speaker. Sai precisamente di cosa si sta parlando. Sai cosa va messo in luce.

Ma se non hai sviluppato competenze anche nell’arte della recitazione vocale (e del sound engeneering) il risultato sarà deludente:

Che sia per una cadenza troppo marcata, l’incapacità di dare la giusta importanza ai concetti principali, il bilanciamento sbagliato tra musica e voce o semplicemente all’utilizzo di una zona di registrazione troppo rumorosa…

Apparirai come poco professionale. E il tuo servizio colerà a picco assieme a te.

Quindi, anche registrare in prima persona sembra non essere più così allettante.

La terza scelta, allora, è quella di rivolgerti all’agenzia che già si sta occupando del video, in modo che si occupino loro anche della voce.

Anche in questo caso, però, non puoi essere sicuro del risultato. Ecco cosa succede se…

Ti sei rivolto all’agenzia che ha realizzato il video

Conoscendo i tuoi limiti, e volendo concentrare il tuo tempo sul lavoro, hai deciso di prendere un pacchetto completo, video e voce. Investendoci anche un bel po’ di soldi.

È questa la situazione peggiore, quella in cui un investimento economico non da i risultati sperati.

Il dettaglio che ti è sfuggito, è considerare l’audio e il video una cosa sola. È vero che alla fine andranno a comporre lo stesso prodotto finale, ma sono due aspetti completamente differenti.

Se sei mai stato su un set cinematografico, avrai visto che non solo della registrazione audio e video se ne occupano persone diverse, ma che il lavoro finale viene suddiviso il più possibile, fino ad avere personale altamente specializzato in ogni comparto, con la produzione a coordinare il tutto.

Con i tuoi video, succede la stessa cosa.

Solo che, invece di occuparti tu del coordinamento, lo stai delegando all’agenzia video.

Ora, voglio raccontarti cosa succede nel momento in cui ti rivolgi ad un’agenzia video e chiedi un preventivo per la realizzazione dei tuoi contenuti.

Dopo un primo momento di euforia, si rendono conto di doverti dare un budget, e il loro primo, e spesso unico pensiero è:

“quanti soldi devo chiedere per guadagnarci un pochino e non far andare il cliente alla concorrenza?”

L’interesse per la qualità del prodotto finito è praticamente nulla. Di conseguenza, ti proporranno un budget che copre “più o meno” il loro lavoro, considerando solo una piccola cifra per la voce.

Lo so con certezza, perché le proposte che mi arrivano dall’estero, dove hanno già compreso l’importanza della voce all’interno di un progetto globale, hanno in genere un range di budget definito dal cliente (e non dall’agenzia).

In Italia invece la prassi comune è chiedere il prezzo allo speaker, per poi piangere miseria e cercare di abbassarlo per farlo rientrare nei prezzi che hanno preventivamente stabilito.

A questo punto, un professionista serio rifiuterà di lavorare sotto una soglia minima o, se proprio accetta, produrrà un lavoro realizzato male e in fretta. In alternativa le agenzie finiranno con il cercare la voce su Fiverr.

Senza nulla togliere a questi portali, lascio a voi le considerazioni sulla qualità di uno speaker trovato su un portale online e pagato anche 5€ a registrazione.

Per fortuna, hai sempre un 5% di possibilità che tu abbia deciso di affidarti ad un’agenzia seria, che abbia calcolato il costo della voce almeno agli standard di mercato.

A questo punto, c’è un ultimo scoglio da superare.

La scelta definitiva della voce. Chi decide la voce giusta?

L’agenzia in genere lascia questa scelta… a te. Che, come abbiamo già visto, non hai le competenze necessarie a decidere quale, tra le 200 intonazioni solo leggermente diverse è quella che fa al caso tuo.

Ora, tu puoi fare come il cliente che ho affrontato 4 anni fa, che mi ha chiesto di fargli “la stessa interpretazione, ma più blu”, giusto per darsi un tono.

Oppure puoi passare notti insonni a cercare di capire “che cos’hanno di diverso tutte queste registrazioni”, per poi scegliere quella che ti ricorda maggiormente la voce di tua madre quando ti raccontava le favole della buonanotte.

Come ormai avrai capito una volta arrivato fino a qui, la scelta della voce giusta è un procedimento lungo, serio, e soprattutto pieno di ostacoli.

Basta distrarsi un momento ed avrai vanificato tutto quello che avevi pianificato. E dovrai ricominciare da capo.

E proprio per aiutare gli imprenditori come te, che ho ideato il metodo “ChiaraVoce”.

Un metodo in 4 step, alla fine del quale saprai con assoluta certezza qual è la voce adatta a te.

Hai già affrontato il primo di questi passaggi, e trovato il tuo audiotipo.

Ora, tramite una consulenza telefonica, gratuita e senza impegno, potrai scoprire:

  • Se il progetto di cui ti occupi necessita del pagamento di diritti o se come nella maggior parte dei casi, è un buyout chiavi in mano
  • Come fare se il video è già stato registrato e hai bisogno che la voce mantenga un timing, e quanto preciso dovrà essere.
  • Di che tipo di post produzione hai bisogno
  • Che vantaggi ci sono nel registrare i tuoi materiali tutti assieme, affidandoti ad un’unica voce
  • La risposta, precisa e puntuale, a tutte le tue domande.

E soprattutto…

Un demo di 15 secondi estratto da un testo da te fornito!

Hai capito bene. Alla fine della consulenza, sono disponibile a registrare un piccolo brano, estratto direttamente dal tuo testo. E se deciderai di lavorare con me, sarà il punto di partenza per tutte le registrazioni future.

Il tuo business avrà, così, un’impronta vocale unica, coerente e professionale, pronta a sostenere i tuoi video e tutti i tuoi materiali audio.